Autore: Francesco Migliarese

Giovani, associazionismo, cultura

Milano città dei giovani: in questo momento la generazione dei giovani tra i 18 e 35 anni a Milano non ha vita facile. La vita è cara, il lavoro (che per fortuna qui c’è più che altrove) chiede tanto e dà poco, la casa è un vero e proprio lusso, le occasioni di incontro e socializzazione non sono spesso all’altezza. Per questo vorrei: lavorare per rendere Milano tra le prime città al mondo come vivibilità per i giovani; un lavoro che dovremo svolgere coinvolgendo la società civile, le associazioni giovanili, le realtà sportive e di intrattenimento, le realtà culturali, le università: per raggiungere le grandi capitali mondiali dei giovani, come New York, Parigi, Berlino, Toronto, Sydney; destinare spazi per i giovani e per le associazioni: a Milano c’è una ricchezza e una vitalità notevole nel mondo dell’associazionismo; questo mondo chiede in particolare spazi fisici e interlocutori credibili che sappiano riconoscere iniziative di valore e investirvi; il Comune deve mettere in campo risorse a questo dedicate; Cultura: Milano è la città della Triennale e del Teatro alla Scala, ma anche delle piccole associazioni e realtà del territorio che fanno cultura diffusa: serate culturali, concerti, spettacoli teatrali (non solo nei teatri, ma anche nelle nostre case, nelle sale parrocchiali, nei locali, nei bar!). Per sostenere e alimentare questo panorama ricco e variegato si dovrebbe: migliorare e rendere efficace il coordinamento delle tante realtà e centri culturali...

Read More

Scuola ed educazione

E’ di fondamentale importanza garantire alle famiglie la libertà di scelta educativa. La scuola paritaria deve essere valorizzata e non ostacolata perché: garantisce alle famiglie la libertà di educazione; fa risparmiare allo Stato un sacco di soldi. In Italia il principio della libertà di educazione è semplicemente enunciato (artt. 30 e 33 della Costituzione), ma non realizzato nei fatti. Le famiglie che iscrivono i figli alle scuole paritarie infatti pagano due volte: pagano come tutti le tasse al fisco italiano (e quindi contribuiscono alla scuola pubblica) e poi pagano la retta. Questa è un’enorme ingiustizia:  Milano deve diventare capofila per una rivoluzione italiana a favore della libertà di educazione, perché i principi della nostra Costituzione vengano finalmente applicati! Senza la scuola paritaria il sistema scolastico collasserebbe: in questo momento lo Stato dà oltre 7.000 euro ad alunno alle scuole statali, ma meno di 500 euro per ogni alunno alle scuole paritarie (dati anno 2009, fonte MIUR). Bisognerebbe invece erogare i finanziamenti alle scuole pubbliche, statali e paritarie, sulla base del costo standard per studente. Ci arriveremo mai, a quasi 70 anni dall’entrata in vigore della nostra Costituzione? Questo è il quadro generale, che deve essere ben chiaro e conosciuto. Ci sono poi alcune proposte concrete e facilmente applicabili a Milano: potenziare l’offerta e la qualità degli asili nido tramite l’accreditamento dei soggetti privati e tramite convenzioni; gli asili nido privati sono opere meritevoli, che fanno risparmiare soldi al...

Read More

Milano all’altezza della famiglia

La nostra città deve diventare attraente per le persone che decidono di sposarsi e avere figli. In questo momento, complice una situazione economica difficile e una legislazione fiscale non all’altezza, le istituzioni fanno poco o niente per aiutare le famiglie. Noi vorremmo invertire questa tendenza partendo dagli ambiti su cui l’amministrazione comunale può influire. Non si tratta di una battaglia di principio ma al contrario di un impegno concreto per il futuro delle nostre comunità e della società. La famiglia infatti ( “società naturale fondata sul matrimonio”, come dice la nostra Costituzione) è “la cellula fondamentale della società umana” (Papa Francesco). Questo significa che dalla famiglia si deve ripartire per rispondere al problema della disgregazione sociale, alla crisi economica e al senso di infelicità e solitudine che cresce in particolare nel nostro mondo occidentale. Il sostegno alla famiglia deve essere declinato in alcune proposte concrete e realizzabili: considerazione più incisiva dei carichi di famiglia nella determinazione dei tributi di competenza del Comune: Addizionale comunale IRPEF, Tasse sulla casa, Tassa rifiuti, ecc… MENO TASSE PER CHI HA FIGLI; pass famiglia: un pass auto inviato gratuitamente dal comune alle famiglie con tre o più figli conviventi a carico, con il quale parcheggiare l’auto in tutti gli spazi gialli e blu della città; tariffe agevolate per famiglie per l’accesso ai servizi comunali, anche a prescindere dal meccanismo farraginoso dell’ISEE (redditi). Ad esempio: biglietto famiglia per piscine ed impianti sportivi...

Read More
  • 1
  • 2