piero_migliarese_M3

 

Sono padre di famiglia numerosa e nonno di tre  nipoti.

Laureato in ingegneria al Politecnico di Milano, sono Professore Ordinario di Ingegneria Economico-Gestionale e docente di Sistemi Organizzativi Aziendali. Sono stato professore Associato al Politecnico di Milano e sono attualmente Professore Ordinario all’Università della Calabria (Cosenza). Consulente di imprese ed enti  e autore di molti articoli e libri, italiani ed internazionali.

 

PROGRAMMA

 

SVILUPPO DI ATTIVITA’ ECONOMICHE

  • Sviluppare attività economiche e di ricerca  capaci di attirare, trattenere  e sviluppare la presenza e il lavoro di giovani (studenti universitari, anche stranieri, famiglie giovani) : favorire l’insediamento di start up, spin off  e nuove imprese innovative anche in connessione con le università e i centri di ricerca della zona.
  • Presidiare,  favorire e sviluppare la vocazione universitaria e di ricerca della zona 3 e di  Città Studi.

 

TRAFFICO/MOBILITA’/PARCHEGGI

  • La mobilità è una caratteristica della nostra epoca e delle città. Va mantenuta e favorita, non ostacolata in ogni modo.
  • Conta anche la fluidità del traffico: lavorare per prevenire code ingiustificate, gestione intelligente dei semafori,  piccoli interventi come la previsione di semafori con svolta a destra, eliminazione di strettoie inutili ecc…
  • Traffico multimodale integrato: varie forme di trasporto e di mobilità – auto, bici, mezzi pubblici, motorini. Tutti questi mezzi di trasporto non sono in conflitto necessario e ideologico tra di loro!
  • Parcheggi: non è accettabile che il Comune faccia la guerra ai parcheggi, non è accettabile che la loro eliminazione sia sistematica in concomitanza ad altri interventi (piste ciclabili , postazione di bike sharing, piccoli interventi vari).

 

NUOVO MODELLO ORGANIZZATIVO, FUNZIONAMENTO ED EFFICIENZA DEL MUNICIPIO

  • La nuova forma istituzionale del Municipio, basata su decentramento, dovrà assicurare trasparenza e partecipazione dei cittadini anche con gli strumenti delle nuove tecnologie, sempre  in maniera equilibrata ed efficiente.
  • Il municipio dovrà  inoltre controllare   e assicurare l’efficienza di  vari piccoli  interventi pubblici sul suo territorio. Emblematico per me il caso della fontana di via Compagni  che ha funzionato  qualche settimana – quindi è stata progettata, prevista e pagata – ma non è stata  mai più funzionante, ormai da anni.  Vorrei che il Municipio portasse invece cura e buona efficienza.
  • L’efficienza dei nuovi Municipi deve essere presidiata, garantendo che non si traduca  in una pura moltiplicazione dei centri di spesa  senza un corrispondente sviluppo dei servizi.